venerdì 11 novembre 2016

Acqua minerale in bottiglia: sempre buona?



Dopo aver analizzato i problemi dell'acqua di rubinetto ( clicca qui ), passiamo a valutare la qualità delle acque minerali in bottiglia.
Se è vero che le acque minerali non hanno ovviamente cloro e sono abbastanza povere in nitrati, non sono esenti da altri problemi.
Il primo consiglio che mi sento di dare è questo: bevetela in bottiglie di vetro. La plastica, anche se ben conservata in luogo fresco e asciutto, rilascia sempre polimeri e non fa certamente bene alla vostra salute. Ai malati di MCS, per esempio, consigliano esplicitamente di bere solo acqua in bottiglie di vetro proprio per questo motivo e se fa male a loro...
Il secondo consiglio che vi do è evitate l'acqua addizionata di anidride carbonica, perché eleva la percentuale di sali minerali inorganici dell'acqua.
Ma come, direte voi, i sali minerali fanno bene... mi mineralizzano!!!
Non è affatto vero! Il nostro organismo assorbe quasi esclusivamente sali minerali ORGANICI, ossia quelli già metabolizzati dalle piante. Ci mineralizziamo mangiando frutta e verdura, non bevendo acqua minerale che contiene sali minerali INORGANICI, ossia non metabolizzati, assunti direttamente dalle rocce di falda!
Quei sali minerali non solo sono inutili, ma sono proprio dannosi. Vanno a depositarsi nei nostri organi e tessuti, provocano nel tempo l'arteriosclerosi, irrigidiscono il nostro organismo, cervello compreso, affaticano reni e fegato e sono causa di calcoli!
Quindi, quando andate a comprare l'acqua minerale leggete le etichette e valutate tre parametri: il RESIDUO FISSO, la CONDUCIBILITA' ELETTRICA e LA DUREZZA in gradi francesi. Più sono bassi questi livelli, meno minerali inorganici contiene la nostra acqua minerale.
Confrontate le acque che vorreste comprare e acquistate quella con il minor residuo fisso e la minore conducibilità elettrica. Il residuo fisso è la quantità di minerali che restano sul fondo dopo aver fatto evaporare un litro di acqua a 180°, la conducibilità è la capacità dell'acqua di trasportare elettricità. L'acqua distillata è un isolante, lo sapevate? Più l'acqua è ricca di minerali, più conduce elettricità!
Per quanto riguarda i gradi francesi, non sempre sono indicati in etichetta, ma io vi insegnerò adesso un semplice calcolo per poter ricavare la durezza dell'acqua: in etichetta sono sempre indicati i quantitativi in mg/l di sodio e magnesio. Moltiplicate il sodio per 2,5 e il magnesio per 4,1; sommate i due risultati e dividete per 10.
Per esempio: ho sotto mano una bottiglietta di acqua XY. Il quantitativo di calcio è di 27,4 mg/l; il quantitativo di magnesio è 14,5:
(27,4 x 2,5) + (14,5 x 4,1) / 10
La durezza di quest'acqua è 12,79 F°
E' quindi un'acqua mediamente dura. Non è male!!! Se si sta al di sotto di 15 F° l'acqua è accettabile!!!
Molte acque minerali sono molto al di sopra dei 25 gradi francesi che sono il limite dell'acqua durissima.
Le acque più dure che ho trovato fin'ora: Uliveto e Sangemini!!! Si, quella pubblicizzata perché fa bene allo stomaco e quella consigliata per preparare le pappe dei bambini!!!
Fate un po' di prove, leggete le etichette e poi fate la vostra scelta.
Un'altra cosa da valutare è il PH: è importante che il PH dell'acqua sia quanto più simile a quello della nostra acqua intracellulare ed extra cellulare, ma acque con PH tra 6,4 e 6,8 purtroppo non ce ne sono in Europa; l'unica eccezione è la Plose. Cerchiamo quindi di allontanarci da questi valori il meno possibile!!! Valutate, confrontate le etichette e scegliete quella che vi sembra migliore sotto tutti i punti di vista!
Io i miei consigli da futura naturopata ve li ho dati: adesso che siete più consapevoli valutate con coscienza.


Un abbraccio a tutti e... buona bevuta!!!!
Francesca



giovedì 10 novembre 2016

ATTENZIONE: cambio data per l'INDEPENDENCE DAY





Eccomi a voi per una brevissima "Comunicazione di Servizio" :)
La data per lo SPECIAL INDEPENDENCE DAY è cambiata: non più l'11 dicembre ma il


18 DICEMBRE


Ci sono stati dei cambiamenti nel calendario dell'Accademia e purtroppo l'11 ho lezione di Farmacologia.
Spero che questo piccolo cambiamento non vi crei problemi!
Vi aspetto numerosi e... date spazio alla fantasia e alla creatività.
Un abbraccio a tutti


Francesca


P.S. Sto preparando il post sull'acqua minerale. Prossimamente su questo blog!!!

venerdì 28 ottobre 2016

Non chiudo ma quasi!





Si, l'ho pensato... e fino a ieri pomeriggio ne ero assolutamente convinta e stavo pensando a quali fossero le parole giuste per annunciare la chiusura del blog. Ma poi ho realizzato che sono troppo affezionata al mio "blogghino" e che, anche se ultimamente ci scrivo poco e quasi per nulla riesco a visitare gli altri blog, non è necessario chiuderlo definitivamente.
La cosa che più di qualunque altra mi ha convinta a tenere duro è L'INDEPENDENCE DAY!
Quindi Amici, il blog resta attivo anche se ci scriverò davvero poco e non riuscirò più a fare visita agli altri blog. Il fatto è che il tempo è sempre meno, gli impegni con l'Accademia sono tanti e il poco tempo libero che mi rimarrà tra una lezione e l'altra, tra una pratica e l'altra, tra uno studio e l'altro lo voglio dedicare ai miei figli, a me stessa, alle passeggiate nei boschi e alla cucina.
Il blog richiede tempo e impegno e io adesso ho pochissimo tempo e l'impegno lo dedico ad altre cose più importanti.
Capiterà che scriverò qualcosa di tanto in tanto (per esempio ho promesso un post sull'acqua in bottiglia e lo farò... non so quando ma lo farò!!!), ma diraderò di molto la mia presenza su bloggher!
Se volete contattarmi potrete farlo via mail, oppure su FB (ho aperto un profilo così posso essere informata su tutte le iniziative collaterali dell'Accademia. Il mio nome su FB è FRANCESCA SHANTI NATURA. Chiedetemi pure l'amicizia, se vi va!).
Ecco, questo è quanto! Non chiudo ma questo blog sarà abitato di rado. Un po' mi dispiace ma non riesco più a seguirlo come vorrei e come meriterebbe. Chiuderlo mi dispiaceva troppo e mi dispiace anche doverlo trascurare ma per il momento non ho altra scelta.
Spero presto di riuscire a scrivere il post promesso. Sicuramente bisognerà aspettare dopo il 7 novembre, che ho una sessione di esami!
Vi abbraccio con affetto


Francesca

mercoledì 19 ottobre 2016

Sorella acqua... di rubinetto!!!





Pasteur sosteneva che "noi beviamo il 90% delle nostre malattie".
Sembra un'affermazione esagerata ma invece bisognerebbe porre molta più attenzione all'acqua che immettiamo nel nostro corpo, sia a quella che beviamo sia a quella che "mangiamo" attraverso il cibo.
Noi siamo costituiti per la maggior parte da acqua, da un buon 75% da bambini fino al 50% nella terza età. Il 40-50% della nostra acqua si trova dentro le nostre cellule; il 20% circa invece è liquido extracellulare.
L'acqua del nostro corpo funge da "batteria" per tutte le funzioni cellulari e metaboliche: tra acqua intercellulare e acqua extracellulare vi è una differenza di potenziale che rende possibile continui scambi tra l'interno e l'esterno, tra il potassio intracellulare e il sodio extracellulare.
Ora non vorrei diventare troppo tecnica, ma volevo solo farvi capire quanto l'acqua sia importante per la nostra vita!
Bere acqua non basta, bisogna anche valutare la qualità dell'acqua che beviamo!
Quella di rubinetto ha subito tali e tanti trattamenti che non è assolutamente l'ideale. Il cloro, che per legge viene aggiunto all'acqua potabile, a contatto con la materia organica può trasformarsi in cloroderivato che è sicuramente cancerogeno. Fortunatamente il cloro è un gas molto volatile, quindi sarebbe bene travasare più volte l'acqua di rubinetto da una brocca ad un'altra per far andare via il cloro.
Nell'acqua di rubinetto inoltre ci possono essere i nitrati, sostanze che derivano da dispersioni della rete urbana, da uno scorretto smaltimento dei liquami zootecnici e dall'eccessivo impiego di fertilizzanti azotati.
I nitrati possono trasformarsi in nitriti i quali, a contatto con alcuni aminoacidi contenuti nel cibo, si trasformano in Nitrosoammine, universalmente riconosciute come cancerogene e mutagene.
Ma non basta, i nitriti sono i maggiori responsabili di una grave patologia, la "Blu Baby Sindrom" o Sindrome del bambino Cianotico, che riduce in modo grave l'apporto di ossigeno ai tessuti. Non preparate la pappa per i neonati con acqua del rubinetto!!!
Ricordatevi inoltre che con la bollitura i nitrati si concentrano, quindi si innalza la soglia di tossicità!
Un altro elemento da tenere in considerazione è il Calcare, o Carbonato di calcio.
La minore o maggiore ricchezza di calcare è valutata in gradi francesi. 1° francese equivale a 10 milligrammi di calcio e magnesio per litro di acqua.
Un'acqua è considerata tenera se va da 0 a 10 gradi francesi, mediamente dura da 10 a 15 gradi francesi, dura da 15 a 25 gradi francesi e durissima oltre i 25 gradi francesi.
E' ormai noto che nelle località dove l'acqua è molto dura è più elevata l'incidenza di calcoli renali.
Pare che il calcare sia anche responsabile dell'arteriosclerosi, poiché provoca un indurimento delle arterie e depositi.
Che fare allora?
Io personalmente bevo acqua di rubinetto, ma la filtro.
Il modo migliore e più semplice per eliminare gran parte dei problemi è usare le brocche con filtri a carbone e argento. Eliminano il cloro e gran parte dei microinquinanti, come i nitrati e molti metalli pesanti.
Certo, non è l'ideale, ma esiste l'ideale?
Al prossimo post vi parlerò delle acque in bottiglia e vi renderete conto che, in molti casi, non sono affatto meglio!!!!


Un bacione
Francesca

mercoledì 5 ottobre 2016

Dolcissimo autunno




Le mele sono pronte da raccogliere. Rosse, succose e dolci!
Magari non saranno belle come quelle dei negozi, magari aprendole scopri che un vermetto ci ha fatto la casa dentro ma queste sono le mele che voglio.
Oggi dovremmo terminare la raccolta e poi dovrò pensare a come conservarle.
Farò un po' di composta, un po' di mele cotte che poi surgelerò... Proverò ad essiccarne un po' nel forno!!!
Qualcuno ha qualche suggerimento su come utilizzare le mele e conservarle nel tempo?
L'anno scorso ne avevamo raccolte talmente tante che le ho regalate a tutti quelli che conoscevo. Quest'anno sono molte meno, ma mi sono resa conto che le piante ogni tanto si prendono un "anno sabbatico"!!!
E l'autunno è arrivato, con i suoi bellissimi colori, con l'arietta fresca e... con i primi acciacchi.
In questo momento sono in Studio, in attesa di cominciare a lavorare ma sto smoccolando, starnutendo e tremando per i brividi e mi sento la testa pesante come il piombo... ma tengo duro!!!
Dalla finestra vedo un meraviglioso cielo azzurro e darei non so che cosa per essere a casa mia a terminare la raccolta delle mele!!!
Verrà il giorno in cui, come Naturopata Professionista, potrò organizzare il mio lavoro e la mia vita in totale autonomia e restare sempre, costantemente in contatto con la Natura.
Nei miei progetti e sogni c'è anche un piccolo Giardino dei Semplici dove coltivare piante officinali per poter preparare per il mio uso personale e famigliare tisane, polveri, tinture, oleoliti e altri preparati galenici.
Sapete, il mio lavoro nello studio legale mi diventa ogni giorno più estraneo... eppure l'ho fatto per 13 anni!!! Mi rendo conto che non mi piace, non mi interessa e faccio una fatica immensa ad andare avanti... ma almeno so che sarà ancora per due anni, due anni e mezzo e poi basta... ma saranno due anni lunghissimi!!!!
E voi, avete piccoli progetti "naturali" per il vostro futuro?
Un bacione


Francesca

mercoledì 28 settembre 2016

SPECIAL INDEPENDENCE DAY

Lancio ufficialmente lo SPECIAL INDEPENDENCE DAY - Natale Autoprodotto.
La data scelta per l'evento è


DOMENICA 11 DICEMBRE 2016






Le regole sono sempre le stesse. Quello che vi si chiede è di ideare e preparare un pranzo o una cena di Natale con piatti rigorosamente autoprodotti. Dall'antipasto al dolce; piatti speciali, ricchi, adatti alla festa natalizia ma che abbiano in più il sapore delle cose fatte in casa, con ingredienti buoni e con quell'energia in più che solo le cose sane hanno!!!
In questo modo il nostro Natale sarà speciale.


Come sempre, ringrazio fin da adesso tutti coloro che vorranno partecipare e vi chiedo di pubblicizzare l'iniziativa!!!


Un bacio a tutti
Francesca

mercoledì 21 settembre 2016

Nuovo INDEPENDENCE DAY!!!

Guardo il calendario delle lezioni e mi rendo conto che ottobre e novembre sono full!!!
Non ho nemmeno un fine settimana libero. Tra lezioni e un Master di naturopatia Applicata che voglio assolutamente frequentare, i prossimi due mesi mi vedranno sempre a Pordenone nei fine settimana... e allora, quando fare l'INDEPENDANCE DAY d'Autunno???
O.K., niente panico!!! Cambiamo formula!!!
Di I.D. stagionali ne abbiamo già fatti un po' e si rischia alla fine di fare sempre le stesse cose...
Alzo il tiro e vi lancio un'altra sfida...
L' INDEPENDENCE DAY NATALIZIO!!!






La sfida è quella di ideare e preparare un pranzo o una cena natalizia tutta completamente autoprodotta, seguendo le regole della Giornata dell'Indipendenza.
A dicembre ho solo un fine settimana impegnato in Accademia e visto che siamo così a ridosso del Natale mi è venuta questa idea.
Che dite, vi piace???
La data che avrei scelto è DOMENICA 11 DICEMBRE.


Fatemi sapere se l'idea vi piace!
Un abbraccio


Francesca

lunedì 19 settembre 2016

SECONDO ANNO!!!!





Come forse ancora non saprete, questo fine settimana è ricominciata l'Accademia. Essere al SECONDO ANNO è a dir poco strano. Le matricole cominceranno a novembre e la scuola è praticamente tutta nostra e della classe terza, che non sono molti in verità. E mentre l'anno scorso eravamo un po' ignorati, forse anche snobbati, quest'anno quelli che hanno rinnovato l'iscrizione alla seconda (e da 31 siamo passati a 21!!!) si sentono e sono più coinvolti nelle vicende della scuola.
Per fare un esempio, la seconda e la terza, su impulso soprattutto della terza, organizzeranno un GAS per l'acquisto non solo di prodotti biologici e biodinamici ma anche per l'acquisto di libri, materiali per la naturopatia e quant'altro.
Per quanto mi riguarda, sono davvero contenta dei risultati ottenuti. Mi mancano solo tre esami del primo anno, di cui uno solo teorico (Domoterapia e Geobiologia) e due di pratica (Shiatsu 1 e Riflessologia 1). A Novembre darò l'ultimo di teoria che mi manca (e per il momento è l'unico che posso dare!) e prima di Natale vorrei provare a fare Shiatsu. Riflessologia ha una data fissa, quindi non si può scegliere e sarà a marzo!
Abbiamo ricominciato le lezioni con un intero fine settimana dedicato allo Shiatsu e al trattamento dei primi tre dei dodici meridiani principali.
Ieri abbiamo cercato, trovato e trattato i meridiani di Polmone, Intestino Crasso e Stomaco.
La pausa tra la fine delle lezioni e l'inizio del nuovo anno è stata breve, a dire il vero quindi non ho avuto la sensazione di disorientamento che si può avere quando torni in un posto dopo tanto tanto tempo che non lo frequenti più... E' stato come riprendere un discorso interrotto pochi giorni prima. Inoltre ho studiato tutta l'estate, quindi di fatto non ho staccato mai!!!!
La mia famiglia non fa più battutine ironiche sulla mia scelta. Evidentemente si sono resi conto che faccio sul serio!!!
Insomma Amici, si riparte... e non vi so dire quanto sia felice per questo!!!


Un bacione a tutti
Francesca


Vi segnalo questo bel video con il percorso di tutti 12 i meridiani principali.
https://youtu.be/sH5WiNzmwBA

venerdì 16 settembre 2016

Uova di giornata



E' bello avere una vicina che mi fornisce regolarmente meravigliose uova fresche di galline felici!!!!
Ma questo è un altro vantaggio del vivere in campagna!!!
Un abbraccio
Francesca

lunedì 5 settembre 2016

Ultimo giorno di ferie

Oggi ricomincia il lavoro allo Studio Legale.
Quest'anno più che mai questo ritorno mi pesa. Questo lavoro non mi somiglia affatto, lo faccio perché al momento non ho alternative, lo faccio perché è comodo, l'orario mi permette comunque di studiare e di frequentare l'Accademia, ma credetemi se vi dico che fare ingiuntivi, precetti e pignoramenti non è certamente quello che sognavo di fare da bambina!!!
Ieri, ultimo giorno di ferie, ho studiato la mattina ma il pomeriggio mi sono rifiutata di stare chiusa in casa. E allora che fare?
Una cosa che si può fare è andare ad ascoltare la mia amica Monica che tiene una conferenza in un parco presentando il suo libro...








Un'altra cosa che si può fare è chiamare un'altra amica e andare a fare una passeggiata a Cividale...







... e ascoltare l'esibizione di una musicista di strada...







Insomma, niente di speciale. Un pomeriggio rilassante, riposante, tranquillo!!!
Stamattina sono più forte per affrontare questa visione deprimente... (nell'attesa di diventare Naturopata!!!).




Buon lavoro a tutti


Francesca